Creazione di un registro comunale per il testamento biologico.

Riconoscimento del diritto all’autodeterminazione su di sé e sul proprio corpo, che in concreto significa esprimere liberamente il proprio orientamento sessuale e la propria identità di genere, essere liberi di amare e di scegliere come e con chi vivere, scegliere liberamente se essere o non essere genitori, scegliere come affrontare la malattia ed anche la morte.

Riconoscimento del diritto alla salute indipendentemente dalle proprie condizioni legali e amministrative.

Impegno al fine di combattere ogni forma di discriminazione in materia di razza o di origine etnica, di religione o di convinzioni personali, di disabilità, di età di sesso e di orientamento sessuale.

Riconoscimento del diritto ad una istruzione e a una formazione pubbliche e laiche per rimuovere le diseguaglianze.

Riconoscimento del diritto al lavoro e alla dignità di tutti i lavori senza discriminazioni e ricatti.

Riconoscimento del diritto di usufruire dei beni comuni e contribuire alle decisioni sulla loro gestione.

Sottoscrizione della proposta presentata dall’associazione «Casa delle Donne» per la parità di genere e l’evoluzione di politiche contro la violenza alle donne.

(Visited 9 times, 1 visits today)
Vai alla barra degli strumenti