E se avesse vinto il PD?

Durante l’ultimo consiglio comunale si è delineata una netta spaccatura nel PD trevigliese, con Molteni e Ronchi che durante la votazione lasciavano la sala mentre Rossoni e Sonzogni si schieravano con la maggioranza.

Il motivo del nuovo contrasto -già percepito in campagna elettorale sui social network- è il collegamento veloce Treviglio – Bergamo (in realtà Casirate – Dalmine), sempre contestato dal Movimento 5 Stelle, il Comitato Tutela Ambiente, il Comitato di Quartiere Geromina e il Comitato Cambiamola.

La domanda è lecita: se nel 2016 la coalizione del Partito Democratico avesse vinto le amministrative, cosa sarebbe successo? Quale fazione del PD avrebbe prevalso?  Avrebbero trovato un compromesso piantando 300 alberi in città ed eretto barriere di plastica per una tristissima “mitigazione ambientale” in compensazione della devastazione delle campagne trevigliesi o una luce di buonsenso li avrebbe illuminati?

Non lo sapremo mai.

Nell’attesa dell’ordine del giorno firmato PD-Lega Nord che verrà presentato al prossimo consiglio resta la delusione per la linea politica di un partito che sostiene di essere contrario al consumo di suolo ma nella pratica si allea con chi vuole cementificare anche l’ultima area verde di Treviglio, ignorando inoltre le 19.000 firme raccolte da Cambiamola e le oltre 1.000 firme raccolte tra gli abitanti della frazione Geromina, totalmente contrari al progetto.

 

(Visited 79 times, 1 visits today)